Al via Festintenda 2022. Il 21/5 le Lotte del Cormôr e il 22/5 Quant’è bello lo Zero, la 38esima edizione della rassegna comincia all’insegna di storia, musica, impegno sociale e sostenibilità


La nuova edizione di Festintenda comincia con un lungo weekend all’insegna di storia, musica, impegno sociale, economia sostenibile e territorio. La rassegna organizzata dal circolo culturale Il Cantiere di Mortean / Mortegliano inaugura il proprio cartellone, che si sviluppa tra maggio, giugno e luglio con quattro diverse iniziative, in programma tra sabato e domenica nell’area ex demaniale di via Ferraria a Cjasielis / Chiasiellis, dove è stato allestito il nuovo tendone blu e giallo che si accinge ad ospitare concerti ed altri eventi.

L’apertura è affidata ad una conferenza, promossa dall’associazione Lidrîs Furlanis, dedicata ad une delle pagine più importanti della storia del Novecento in Friuli: le Lotte del Cormôr. Lo sciopero alla rovescia condotto nella primavera del 1950 dai braccianti della Bassa Friulana, con il sostegno dell’intera comunità, per indurre il governo statale ad avviare un piano di opere idrauliche e di bonifica finalizzate a creare immediatamente occupazione e a porre condizioni future di sviluppo produttivo delle campagne toccate dal basso corso del Cormôr, sarà descitto, nelle sue fasi salienti, da Lorenzo Fabbro e Adriano Venturini. L’appuntamento con la storia e la memoria e con le doverose riflessioni che possono altresì suggerire collegamenti e confronti tra quelle vicende e l’attualità è fissato per le ore 18 di sabato 21 maggio.

A partire dalle ore 21 quella storia sarà riletta in musica con uno spettacolo a più voci.
Sul palco di Festintenda sarà presentato dal vivo il cd Lis Lotis dal Cormôr 1950 – Lis Cjançons dal Cormôr 2020 / Le Lotte del Cormôr 1950 – Le Canzoni del Cormôr 2020, opera collettiva realizzata due anni fa, in occasione del settantennale di quegli avvenimenti, nella quale convivono l’ispirazione artistica, la documentazione storica e il desiderio di conoscenza e di memoria.
Sarà presente la maggior parte dei protagonisti della parte musicale di quel cd pubblicato per iniziativa di una rete di associazioni e istituzioni friulane, nell’ambito di un progetto multimediale che ha anche una sua significativa presenza in rete all’indirizzo web www.lottedelcormor.eu.
Un mosaico di sonorità e atmosfere tra rock, blues, pop, folk e canzone d’autore, in cui Jacopo Casadio, Franco Giordani, Nicole Coceancig, Alessio Velliscig, Simone Piva, Guido Carrara, Prospettiva Rolaz, Devid Strussiat uniranno voci e strumenti con una backing band composta da Emanuel Donadelli, Flavio Passon, Davide Sciacchitano e Leo Virgili. La conclusione della serata, realizzata anche in collaborazione con Radio Onde Furlane, è affidata al dj set di Moira B.

Domenica 22, dal mattino sino a sera, l’area ex demaniale di via Ferraria a Chiasiellis ospita Quant’è bello lo Zero, evento dedicato alla produzione ortofrutticola, enogastronomica e artigianale a chilometro zero, che offre al pubblico un’occasione per scoprire produttori ed acquistare prodotti che sono espressione del territorio friulano e si caratterizzano per l’attenzione particolare per la sostenibilità economica, ecologica e sociale.

La mattinata sarà caratterizzata anche dalla seconda Marcia del Cantiere, camminata ludico motoria a passo libero aperta a tutti, sulla doppia distanza di 5 e 10 Km, che per quest’anno è legata alla sensibilizzazione sui disturbi del comportamenti alimentari. Chi partecipa (iscrivendosi on line all’indirizzo https://forms.gle/Woc1ZDBzxHsPvYrn6 oppure prima della partenza, dalle 8.15 alle 9.15, direttamente a Cjasielis / Chiasiellis) concorre a sostenere anche l’associazione Fenice Fvg Odv, impegnata proprio in quel settore. La quota di iscrizione è di 10 euro (ma chi ha meno di 12 anni non paga nulla) e comprende anche la pastasciutta finale. In programma anche la performance di teatro-danza del Colettivo InSintesi e l’inagurazione nell’area Festintenda della panchina lilla, dedicata ai disturbi alimentari, insieme all’associazione Fenice Fvg Odv, rispettivamente alle 11 e alle 11.30.

Ulteriori informazioni su tutto il programma di Festintenda 2022 sono disponibili sul sito web e sulla pagina Facebook de Il Cantiere.

Internet e Tabù, al via una nuova settimana all’insegna di FaSÌN.net. Da lunedì 16 maggio su Onde Furlane e mercoledì 18 a Capriva alle 20.30 nella Sala del Centro civico l’incontro dedicato a educazione, affettività, sessualità e web

Si intitola Internet e Tabù ed è in programma mercoledì 18 maggio alle 20.30 nella Sala del Centro civico (Piazza Vittoria 3) di Caprive / Koprivno / Capriva del Friuli. Si tratta del nuovo incontro pubblico di formazione e informazione di FaSÌN.net (Famiglie Sicure Insieme nella rete), il progetto dell’’APS KLARIS, che consiste in una serie di percorsi formativi, educativi e informativi sui temi della cittadinanza digitale allo scopo di promuovere un uso sicuro e consapevole del web.

L’appuntamento di questa settimana è dedicato all’educazione all’affettività e alla sessualità ai tempi del web. La conferenza, introdotta da Marco Stolfo di Radio Onde Furlane, sarà condotto da Maria Lipone, avvocata e psicologa dell’associazione MEC, che affronterà questo tema, per certi versi cruciale, il quale si collega altresì con quelli delle regole del web e del confronto esperienziale tra reale e virtuale.

«Dopo due anni di pandemia e di restrizioni questi temi sono ancor più di attualità. Poterne parlare insieme è utile ed importante. Lo è ancor di più, se è possibile, poterne parlare “dal vivo” in occasione di un incontro pubblico», è il commento di Daniele Sergon, sindaco di Caprive / Kopriva / Capriva del Friuli, che aggiunge: «Abbiamo dato il patrocinio del nostro Comune per FaSÌN.net con convinzione e ci fa piacere ospitare l’APS KLARIS a Capriva con questa iniziativa».

FaSÌN.net ((Famiglie Sicure Insieme nella rete) è strutturato in quattro azioni: incontri e conferenze tematiche come quella che si tiene a Caprive / Koprivno / Capriva del Friuli il 18 maggio, alla quale faranno seguito i prossimi appuntamenti a Tombe di Merêt /Tomba di Mereto il 25 maggio e a Voleson / Valvasone il 31 maggio; una tavola rotonda conclusiva prevista il prossimo 1° giugno a Felet / Feletto Umberto; una serie di laboratori formativi per ragazze e ragazze dai 10 ai 13 anni, che hanno avuto luogo a Martignà / Martignacco, e un ciclo di trasmissioni radiofoniche, sulle frequenze di Radio Onde Furlane (90.0 Mhz, 90.2 Mhz e 105.6 Mhz e in streaming (www.radioondefurlane.eu), la cui ultima puntata è prevista questa settimana con la seguente programmazione: lunedì 16 maggio alle 8.30, martedì 17 alle 13.30 e venerdì 20 alle 16.30.

L’incontro previsto il 18 maggio a Caprive / Kopriva / Capriva del Friuli è aperto a tutti e si rivolge in particolare ai genitori di bambini e ragazzi. La partecipazione all’incontro è libera e gratuita e nel rispetto delle norme sanitarie in vigore. Per ragioni organizzative si consiglia di prenotarsi scrivendo all’indirizzo email: segreteria.klaris@gmail.com.

FaSÌN.net è realizzato dall’APS KLARIS, con la collaborazione dell’associazione MEC (Media Educazione Comunità) e della cooperativa Informazione Friulana, con il patrocinio delI’Università degli Studi di Udine e dei Comuni di Bicinicco, Capriva del Friuli, Carlino, Martignacco, Mereto di Tomba, Pagnacco, Premariacco, Tavagnacco e Valvasone-Arzene e con il cofinanziamento della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia con risorse statali del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.
Ulteriori informazioni in rete: klarisweb.wordpress.com e www.facebook.com/AssociazioneKlaris.

FaSÌN.net, il 12/5 a Bicinicco si parla delle regole di internet. Alle 20.30 nel centro “Don Lino Andrioli” un nuovo appuntamento con il progetto dell’APS KLARIS

FaSÌN.net fa tappa a Bicinins / Bicinicco. Giovedì 12 maggio alle 20.30 nel Centro polifunzionale “Don Lino Andrioli” (Via Regina Pacis 6) il progetto dell’APS KLARIS, avviato a inizio marzo, che consiste in una serie di percorsi formativi, educativi e informativi sui temi della cittadinanza digitale allo scopo di promuovere un uso sicuro e consapevole del web, propone la conferenza dal titolo Internet non ha regole?

L’incontro, introdotto da Marco Stolfo di Radio Onde Furlane, sarà condotto da Maria Lipone, avvocata e psicologa dell’associazione MEC, che affronterà il tema specifico delle regole del web. La conferenza fa parte della serie di incontri sul territorio in programma nel quadro di FaSÌN.net (Famiglie Sicure Insieme nella rete), che nelle settimane passate ha già toccato i comuni di Cjarlins / Carlino e Premariâs / Premariacco e sino a fine mese raggiungerà altre località friulane, a partire da Caprive / Capriva del Friuli, dove il prossimo 18 maggio la stessa Maria Lipone parlerà di rete, affettività, educazione e sessualità.

«Siamo lieti di ospitare questo incontro nel nostro territorio così come abbiamo dato con convinzione il patrocinio del nostro Comune a questo progetto», è il commento di Paola Turello, sindaca di Bicinicco. «Quello dell’uso sicuro e consapevole del web è un tema molto importante per le nostre comunità – aggiunge – e riguarda tutte le generazioni: adulti, anziani, giovani e bambini. Per Bicinicco i motivi di interesse sono ancora maggiori, a partire dal fatto che nella locale scuola primaria viene applicato il metodo didattico intutivo Bortolato che favorisce l’apprendimento in molti campi e vengono realizzate anche attività utilizzando i computer e la rete».

FaSÌN.net (Famiglie Sicure Insieme nella rete) è strutturato in quattro azioni: incontri e conferenze tematiche come quella che si tiene a Bicinicco, una tavola rotonda conclusiva prevista il prossimo 1° giugno a Tavagnacco, una serie di laboratori formativi per ragazze e ragazze dai 10 ai 13 anni, che hanno avuto luogo a Martignacco, e un ciclo di trasmissioni radiofoniche, sulle frequenze di Radio Onde Furlane (90.0 Mhz, 90.2 Mhz e 105.6 Mhz e in streaming (www.radioondefurlane.eu), la cui ultima puntata è prevista la prossima settimana con la seguente programmazione: lunedì 16/05/2022 alle 8.30, martedì 17/05/2022 alle 13.30 e venerdì 20/05/2022 alle 16.30.

L’incontro previsto il 12 maggio a Bicinicco è aperto a tutti e si rivolge in particolare ai genitori di bambini e ragazzi. La partecipazione all’incontro è libera e gratuita e nel rispetto delle norme sanitarie in vigore. Per ragioni organizzative si consiglia di prenotarsi scrivendo all’indirizzo email: segreteria.klaris@gmail.com.

FaSÌN.net è realizzato dall’APS KLARIS, con la collaborazione dell’associazione MEC (Media Educazione Comunità) e della cooperativa Informazione Friulana, con il patrocinio delI’Università degli Studi di Udine e dei Comuni di Bicinicco, Capriva del Friuli, Carlino, Martignacco, Mereto di Tomba, Pagnacco, Premariacco, Tavagnacco e Valvasone-Arzene e con il cofinanziamento della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia con risorse statali del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.
Ulteriori informazioni in rete: klarisweb.wordpress.com e www.facebook.com/AssociazioneKlaris.

FaSÌN.net, al via un’altra settimana. Il 2, il 3 e il 6 maggio su Radio Onde Furlane e il 4 maggio a Carlino per un nuovo incontro su web sicuro e “non dipendenza”

FaSÌN.net ritorna a Cjarlins / Carlino. Mercoledì 4 maggio alle 20.30 nella Sala consiliare del Centro civico Latteria turnaria (Via Sante Bidin 7) si terrà nuovamente la conferenza, introdotta da Marco Stolfo di Radio Onde Furlane e condotta da Davide Sciacchitano dell’associazione MEC, dal titolo Digital Detox. L’uso del web consapevole e “non dipendente”. Si tratta di una replica dell’incontro del 21 aprile scorso, che ha inaugurato la serie di conferenze sul territorio prevista nell’ambito di FaSÌN.net (Famiglie Sicure Insieme nella rete), il nuovo progetto dell’associazione APS KLARIS, avviato a inizio marzo, che consiste in una serie di percorsi formativi, educativi e informativi sui temi della cittadinanza digitale allo scopo di promuovere un uso sicuro e consapevole del web.

D’intesa con l’amministrazione comunale si è ritenuto opportuno replicare quell’evento in orario serale per proporne i contenuti anche quella parte della cittadinanza che non ha potuto fruirne nella prima occasione. Ci si soffermerà sulla necessità di prendere coscienza del potere di coinvolgimento della rete e delle logiche di costruzione dei prodotti che inducono dipendenza e quindi di elaborare e praticare strategie di autocontrollo e di gestione del tempo on line. L’incontro è aperto a tutti e si rivolge in particolare ai genitori di bambini e ragazzi.

«Ci è sembrato importante proporre di riportare a Carlino questa conferenza del progetto FaSÌN.net (Famiglie Sicure Insieme nella rete) dell’APS KLARIS» è il commento del sindaco del comune della Bassa Friulana, Loris Bazzo, che sottolinea come in generale «questa iniziativa affronta in generale un tema molto importante per le nostre comunità», ricorda come già in passato ci sia stata collaborazione tra il Comune e l’associazione e aggiunge: «L’argomento specifico della conferenza è particolarmente rilevante: il rischio di dipendenza dal web è molto alto, sia per i ragazzi che per gli adulti». Concorda l’assessora comunale alle Attività culturali, Veronica Vicentini : «Con questo progetto l’APS KLARIS concorre ad aiutare ragazzi, famiglie ed educatori ad avere un approccio positivo ed efficace nei confronti della rete, che nelle sue diverse forme ed espressioni è sempre più presente nella vita di ognuno di noi, tra lavoro, studio e divertimento». «Il web ha ovviamente grandi utilità e potenzialità – aggiunge – ma il rischio dipendenza è molto forte: per questo è particolarmente utile confrontarsi in pubblico su questo aspetto».

Il progetto APS KLARIS (Famiglie Sicure Insieme nella rete) comprende un ciclo di cinque laboratori formativi per bambini e ragazzi dai 10 ai 13 anni, che si è concluso lo scorso 23 aprile a Martignacco, un cartellone di conferenze tematiche diffuse sul territorio, una tavola rotonda conclusiva prevista a fine maggio e una serie di trasmissioni in programmazione su Radio Onde Furlane, il cui prossimo appuntamento è previsto per questa settimana, lunedì 2 maggio alle 8.30, martedì 3 maggio alle 13.30 e venerdì 6 maggio alle 16.30.

L’incontro previsto il 4 maggio a Cjarlins / Carlino è aperto a tutti e si rivolge in particolare ai genitori di bambini e ragazzi. La partecipazione all’incontro è libera e gratuita e nel rispetto delle norme sanitarie in vigore per gli eventi pubblici al chiuso e pertanto si consiglia di prenotarsi scrivendo all’indirizzo email: segreteria.klaris@gmail.com.

FaSÌN.net è realizzato dall’APS KLARIS, con la collaborazione dell’associazione MEC (Media Educazione Comunità) e della cooperativa Informazione Friulana, con il patrocinio delI’Università degli Studi di Udine e dei Comuni di Bicinicco, Capriva del Friuli, Carlino, Martignacco, Mereto di Tomba, Pagnacco, Premariacco, Tavagnacco e Valvasone-Arzene e con il cofinanziamento della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia con risorse statali del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.
Ulteriori informazioni in rete: klarisweb.wordpress.com e www.facebook.com/AssociazioneKlaris.

APS KLARIS, comunicazione per i soci: la convocazione dell’Assemblea ordinaria dei soci è rinviata a martedì 17 maggio

La Presidente dell’APS KLARIS, Dorota Magdalena Stromidlo, comunica che l’Assemblea ordinaria dei soci dell’ originariamente convocata in prima convocazione il 30 aprile alle 19.30 e in seconda convocazione nella stessa data alle 20.00, è riconvocata, in prima convocazione il 16 maggio alle 20.30 e in seconda convocazione, per martedì 17 maggio alle 17.30 sempre nella saletta del Bar Caucigh (Via Gemona 36, Udine).

Il rinvio è dovuto all’improvvisa indisponibilità dei componenti del direttivo a causa di inderogabili impegni familiari e professionali.

FaSÌN.net fa tappa ad Orsaria. Il 27 aprile si parla di gestione dei tempi e dei contenuti del web. Appuntamento alle 18 nella sala Pizzoni


Il progetto FaSÌN.net continua e mercoledi 27 aprile a Orsarie/Orsaria, frazione di Premariâs/Premariacco, proprone una conferenza dal titolo Parental Control. Gestione della fruizione del web e dei tempi di uso dei dispositivi elettronici. L’appuntamento è fissato per le 18 nella Sala polivalente “Mons. Emilio Pizzoni” che si trova in Via Sant’Ulderico, accanto al TeatrOrsaria, dove Teo Petruz dell’associazione MEC, introdotto da Marco Stolfo di Radio Onde Furlane, tratterà il tema della protezione di bambini e ragazzi dalla fruizione di contenuti inadatti e della necessità di regolare i tempi utilizzo di computer e smartphone: un argomento che riguarda la rete, l’educazione e la stessa relazione tra genitori e figli e più in generale tra generazioni diverse. L’incontro è aperto a tutti e si rivolge in particolare ai genitori di bambini e ragazzi. La partecipazione all’incontro è libera e gratuita e nel rispetto delle norme sanitarie in vigore per gli eventi pubblici al chiuso. Pertanto è consigliato prenotarsi scrivendo all’indirizzo email: segreteria.klaris@gmail.com.

Si tratta del secondo appuntamento pubblico su questi temi, organizzato nell’ambito di FaSÌN.net (Famiglie Sicure Insieme nella rete), il nuovo progetto dell’associazione APS KLARIS, avviato a inizio marzo, che consiste in una serie di percorsi formativi, educativi e informativi sui temi della cittadinanza digitale allo scopo di promuovere un uso sicuro e consapevole del web e comprende un ciclo di cinque laboratori formativi per bambini e ragazzi dai 10 ai 13 anni, che si è tenuto a Martignacco tra marzo e aprile, una serie di trasmissioni in programmazione su Radio Onde Furlane, un cartellone di sei conferenze tematiche diffuse sul territorio, di cui fa parte quella quella di Orsarie/Orsaria, e una tavola rotonda conclusiva prevista a fine maggio.

«Siamo contenti di poter ospitare nel nostro Comune uno degli incontri pubblici del progetto FaSÌN.net (Famiglie Sicure Insieme nella rete) dell’APS KLARIS» è il commento del sindaco di Premariacco, Michele De Sabbata, che sottolinea come «quello affrontato da questa iniziativa è un tema molto importante per le nostre comunità, in particolare dopo gli ultimi due anni di contrasto alla diffusione della pandemia e alle conseguenti esperienze di lockdown, di lavoro a distanza e di socialità virtuale». «Già in passato – aggiunge – il nostro Comune ha collaborato con l’associazione APS KLARIS nella realizzazione di un progetto di promozione educativa. L’argomento specifico dell’incontro di mercoledì 27 è particolarmente rilevante e pertanto si tratta di una occasione interessante per le nostre comunità e in patrticolare per le famiglie e gli educatori del nostro territorio».

FaSÌN.net è realizzato dall’associazione APS KLARIS, con la collaborazione collaborazione dell’associazione MEC (Media Educazione Comunità) e della cooperativa Informazione Friulana, con il patrocinio delI’Università degli Studi di Udine e dei Comuni di Bicinicco, Capriva del Friuli, Carlino, Martignacco, Mereto di Tomba, Pagnacco, Premariacco, Tavagnacco e Valvasone-Arzene e con il cofinanziamento della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia con risorse statali del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.
Ulteriori informazioni in rete: klarisweb.wordpress.com e www.facebook.com/AssociazioneKlaris.

12 ore per il tendone, il 24 aprile a Chiasiellis musica e teatro in risposta a vandali e ladri

La primavera di cultura, musica e socialità del circolo culturale Il Cantiere di Mortegliano continua. Dopo la 35esima edizione Fiera del disco usato e da collezione, organizzata con successo lo scorso 3 aprile e in attesa dell’avvio del ricco cartellone di iniziative ed eventi in programma a partire dalla metà di maggio, domenica 24 aprile da mezzogiorno a mezzanotte nell’area ex demaniale di via Ferraria a Chiasiellis si terrà una lunga maratona di concerti e spettacoli. Si comincia alle 12.00 con la brass band Quella Mezza Sporca Dozzina, si prosegue durante tutto il pomeriggio con Threenakrya, Mirco e i Fiori di Carta, Vomitiva, Fabricio Alvarez, La Methamorfosi, Conte Manin, si giunge attorno alle 20.00 allo spettacolo di TNF – Teatri Nazionâl Furlan e si continua per tutta la serata con Mary Illusion, Albacaduca, Dissociative TV e Adrenalinico Mefisto per chiudere con le selezioni di DJ Blu Selecta.

Come suggerisce il titolo, 12 ore per il tendone, quella di domenica 24 aprile non è soltanto di una festa di suoni, ritmi e parole con cui in qualche modo si collaudano le strutture che ospiteranno le prossime iniziative in programma e in particolare la nuova edizione del festival Festintenda, che si preannuncia particolarmente interessante. Si tratta di un appuntamento che ha altresì il significato forte di resistenza e di solidarietà poiché nasce per iniziativa di alcuni soci e amici del circolo Il Cantiere e di diversi musicisti friulani, per i quali evidentemente gli spazi di espressione, aggregazione e creatività creati e mantenuti in quasi quarant’anni di attività tra Mortegliano e Chiasiellis hanno una certa importanza. Una risposta forte e chiara a chi, prima con il furto dei teloni e di altri materiali e più recentemento con alcuni atti vandalici a danno della sede sociale e delle strutture dell’area ex demaniale, ha danneggiato Il Cantiere e la sua attività.

La lunga domenica di concerti e teatro concorre così a sostenere la raccolta fondi destinata all’acquisto dei nuovi teloni e degli altri materiali necessari, che sono stati sottratti nei mesi scorsi, e diventa un’occasione per ringraziare di cuore tutti coloro che in questo periodo hanno già contribuito, aderendo anche ad una iniziativa di crowdunfing in rete.

La partecipazione a 12 ore per il tendone è libera è gratuita.
Ulteriori informazioni al riguardo sono disponibili sul sito web e sulla pagina Facebook de Il Cantiere.

APS KLARIS, comunicazione per i soci: l’Assemblea ordinaria dei soci è convocata a Udine sabato 30 aprile

Sabato 30 aprile a Udine è convocata l’Assemblea ordinaria dei soci dell’APS KLARIS.

Pubblichiamo anche qui, sul nostro sito, la nota ufficiale di convocazione

FaSÌN.net, prosegue il progetto dell’APS KLARIS per il web sicuro. Il 21 aprile a Carlino il primo incontro pubblico dedicato alla “non dipendenza”

FaSÌN.net prosegue e si appresta ad inaugurare anche la serie di conferenze sul territorio. Il nuovo progetto dell’APS KLARIS, avviato a inizio marzo, consiste in una serie di percorsi formativi, educativi e informativi sui temi della cittadinanza digitale allo scopo di promuovere un uso sicuro e consapevole del web. Questo obiettivo è rappresentato proprio dal nome FaSÌN.net, che è l’acronimo di Famiglie Sicure Insieme nella rete ed è costituito da “Fasìn”, che in lingua friulana significa “facciamo” e costituisce un’esortazione a “fare” e ad “agire” insieme, e da “Punto Net”, che rappresenta la rete, intesa sia nel senso del web (come strumento, come risorsa e come “spazio” da vivere e abitare) sia come metodo e attitudine generali. In questo senso una delle peculiarità di FaSÌN.net è la collaborazione con diversi soggetti.

Il progetto è strutturato in quattro azioni: un ciclo di cinque laboratori formativi per bambini e ragazzi dai 10 ai 13 anni, una serie di trasmissioni in programmazione su Radio Onde Furlane, un cartellone di sei conferenze tematiche diffuse sul territorio e una tavola rotonda conclusiva.

La prima delle conferenze in programma si tiene il prossimo 21 aprile a Cjarlins/Carlino.
L’appuntamento è per le 18 nella Sala Consiliare di Via Sante Bidin 7, dove Davide Sciacchitano dell’associazione MEC, introdotto da Marco Stolfo di Radio Onde Furlane, parlerà di Digital Detox. L’uso del web consapevole e “non dipendente”, soffermandosi sulla necessità di prendere coscienza del potere di coinvolgimento della rete e delle logiche di costruzione dei prodotti che inducono dipendenza e quindi di elaborare e praticare strategie di autocontrollo e di gestione del tempo on line. L’incontro è aperto a tutti e si rivolge in particolare ai genitori di bambini e ragazzi.

La partecipazione all’incontro è libera e gratuita e nel rispetto delle norme sanitarie in vigore per gli eventi pubblici al chiuso e pertanto è necessario prenotarsi scrivendo all’indirizzo email: segreteria.klaris@gmail.com.
Le altre cinque conferenze si terranno nelle settimane successive. Il prossimo appuntamento è fissato il 27 aprile a Orsarie/Orsaria di Premariâs/Premariacco.

Nella mattinata del 23 aprile si conclude il ciclo di laboratori che si tengono a a Martignà/Martignacco: in questo caso il tema affrontato sarà quello del Benessere digitale, creatività e collaborazione on line.

Lunedì 18 aprile alle 8.30, invece, è prevista la quarta puntata della serie di trasmissioni radiofoniche, riproposta anche martedì 19 alle 13.30 e venerdì 22 alle 16.30, sempre sui 90.0 Mhz, 90.2 Mhz e 105.6 Mhz e in streaming (www.radioondefurlane.eu).
La programmazione delle successive emissioni è la seguente: lunedì 02/05/2022 alle 8.30, martedì 03/05/2022 alle 13.30 e venerdì 06/05/2022 alle 16.30 e lunedì 16/05/2022 alle 8.30, martedì 17/05/2022 alle 13.30 e venerdì 20/05/2022 alle 16.30.

FaSÌN.net è realizzato dall’APS KLARIS, con la collaborazione dell’associazione MEC (Media Educazione Comunità) e della cooperativa Informazione Friulana, con il patrocinio delI’Università degli Studi di Udine e dei Comuni di Bicinicco, Capriva del Friuli, Carlino, Martignacco, Mereto di Tomba, Pagnacco, Premariacco, Tavagnacco e Valvasone-Arzene e con il cofinanziamento della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia con risorse statali del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

FaSÌN.net continua. Il 4, il 5 e l’8 aprile il terzo appuntamento su Radio Onde Furlane, il 9 e il 23 gli ultimi due laboratori a Martignacco

Continua con passo deciso lo realizzazione di FaSÌN.net, il nuovo progetto dell’APS KLARIS, che si propone di sviluppare, sino a fine maggio 2022, una serie di percorsi formativi, educativi e informativi sui temi della cittadinanza digitale.

Nella prima settimana di aprile è prevista l’emissione della terza puntata della serie di trasmissioni in programmazione su Radio Onde Furlane (sui 90.0 Mhz, 90.2 Mhz e 105.6 Mhz e in streaming).
Il nuovo appuntamento è fissato per lunedì 4 alle 8.30 in diretta e martedì 5 alle 13.30 e venerdì 8 alle 16.30 in replica. Dopo gli interventi di Vincenzo Perrone dell’APS KLARIS e di Giacomo Trevisan dell’associazione MEC (Media Educazione Comunità), ospiti delle prime due puntate, ci saranno i primi contributi dei rappresentanti delle amministrazioni comunali che hanno dato il loro patrocinio al progetto: la vicesindaco e assessora a cultura, istuzione, politiche socio-assistenziali, lavoro, aggregazione sociale e pari opportunità del Comune di Martignacco, Antonella Orzan, e il sindaco del Comune di Carlino, Loris Bazzo.

Nel frattempo le trasmissioni radiofoniche di FaSÌN.net proseguono sino al prossimo 20 maggio con la seguente programmazione:
lunedì 18/04/2022 alle 8.30, martedì 19/04/2022 alle 13.30 e venerdì 22/04/2022 alle 16.30
;
lunedì 02/05/2022 alle 8.30, martedì 03/05/2022 alle 13.30 e venerdì 06/05/2022 alle 16.30
;
lunedì 16/05/2022 alle 8.30, martedì 17/05/2022 alle 13.30 e venerdì 20/05/2022 alle 16.30.

Tutte le trasmissioni sono inoltre disponibili su spreaker.

Sabato scorso si è tenuto, con successo e con soddisfazione, anche il terzo dei cinque laboratori tematici per ragazze e ragazzi (dai 10 ai 13 anni) di FaSÌN.net. Questi sono i prossimi appuntamenti della serie, che si terranno sempre a Martignacco, nei locali di via Delser 33, con il seguente programma:
09/04/2022 (9.30-13.00), Cyber security e Informazione on line;
23/04/2022 (9.30-13.00), Benessere digitale, creatività e collaborazione on line.

Dopo Pasqua partirà anche la terza azione di FaSÌN.net, la serie di incontri di formazione e informazione per genitori, nonni, insegnanti e educatori, in programma tra aprile e maggio. La chiusura del progetto sarà infine affidata, come previsto, ad una tavola rotonda conclusiva.

FaSÌN.net è realizzato dall’APS KLARIS, con la collaborazione dell’associazione MEC (Media Educazione Comunità) e della cooperativa Informazione Friulana, con il patrocinio delI’Università degli Studi di Udine e con il patrocinio dei Comuni di Bicinicco, Carlino, Capriva del Friuli, Martignacco, Mereto di Tomba, Pagnacco, Premariacco, Tavagnacco e Valvasone-Arzene e con il cofinanziamento della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia con risorse statali del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.